Programmitv.info

Le Serie TV e le colonne sonore: un rapporto indissolubile

Le serie tv sono, senza dubbio alcuno, il cinema degli anni 2010. Benché il grande schermo conservi ancora il fascino e la magia che lo hanno sempre contraddistinto, le produzioni televisive sono giunte ad un livello qualitativo che nulla ha da invidiare a quello cinematografico.

serie tv colonne-sonore

Le serie più amate agli ultimi anni hanno una caratteristica comune: delle colonne sonore straordinarie. Facendo qualche nome, sarà facile verificare quanto sia importante la musica per il successo di un prodotto televisivo di alto livello.

Le serie tv basate sulla quotidianità degli ospedali hanno sempre avuto grande fortuna. I camici bianchi attraggono facilmente l’attenzione del pubblico, e nel caso di Grey’s Anatomy ciò è dovuto anche all’avvenenza dei medici. Il Dottor Stranamore e il Dottor Bollore hanno popolato per anni i sogni delle telespettatrici, e oggi, dopo la dipartita di Derek Shepherd e , c’è anche un po’ d’Italia sul set. Il dottor Andrew De Luca, al secolo Giacomo Gianniotti, italo-canadese, scalderà il cuore delle fan, consolandole della perdita? Vedremo. In Grey’s Anatomy, la colonna sonora è così importante che Shonda Rhymes ha scelto di intitolare ogni episodio come una delle canzoni che accompagnano i protagonisti nel suo svolgimento.

Game of Thrones è tratto dal filone fantasy de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R.R. Martin, GoT è ormai una vera e propria mania. Ambientato a Westeros, terra immaginaria che ricalca la Gran Bretagna, è un’epopea corale. I personaggi più amati sono probabilmente Tyrion Lannister, Arya Stark, Danaerys Targaryen e Jon Snow, ma è meglio non farlo sapere a Martin: ogni volta che i fan si lamentano della sua lentezza nel completare la saga, minaccia di “ucciderne” uno! Ramin Djawadi è il compositore a cui dobbiamo la bellissima colonna sonora: ci sono talmente tante cover dell’epico tema d’apertura su YouTube che c’è da sperare che Djawadi faccia valere il suo diritto d’autore adeguatamente.

Ameremmo queste serie tv – che sono solo due esempi nell’enorme produzione che ogni anno possiamo fruire – se la musica non fosse una parte così fondamentale di esse? Ci godremmo le trame di Cersei Lannister se i suoi sguardi taglienti non fossero accompagnati da archi e oboi? Probabilmente no. La musica è assolutamente necessaria per sottolineare certi momenti, e sarebbe impossibile rendere il pathos di una scena senza di essa. Music makes the people come together, canta Madonna, e queste parole non perdono di significato quando si entra nel mondo della celluloide.

[seo-search-tags]