Programmitv.info

Zalone rifiuta l’ospitata a Sanremo: “Sono soldi pubblici”

Checco Zalone ha deciso di non partecipare a Sanremo 2016. Nessuno avrebbe rifiutato un’occasione del genere, ma il comico pugliese ha scelto deliberatamente di non accettare l’offerta “strapagata” (secondo le sue parole) del carrozzone di Sanremo, per non tradire la fiducia dei suoi tantissimi fan.

Italian actor Checco Zalone poses on the Red Carpet before the meeting with the press and the public during the 8th annual Rome Film Festival, in Rome, Italy, 14 November 2013. ANSA/CLAUDIO ONORATI

A pochi giorni dall’uscita del suo film, infatti, che gli ha fatto guadagnare un bel po’ di quattrini, sarebbe stato fuori luogo accettare soldi pubblici per un’ospitata magari di pochi minuti. In un’intervista al Corriere della Sera, Zalone (alias Luca Medici) ha di recente affermato: «[…] è strapagata ma sono soldi pubblici. E se li prendi scoppiano le polemiche. Ti massacrano». In effetti, i suoi fan non avrebbero affatto gradito una cosa del genere, sebbene Sanremo sia seguito da milioni di persone in tutta Italia.

Zalone poi, a differenza di tanti altri, non vuole fare il testimonial: “C’è la fila per farmi fare il testimonial: compagnie telefoniche, case automobilistiche… Ti fanno offerte tali che ti senti un po’ co+e a rifiutare. Ma per me sarebbe uno schifo. Un tradimento. La gente ti viene a vedere, si diverte, ti vuole bene…”. Zalone parla di educazione e di convenienza: se ti vedono tutti i giorni in tv negli spot, infatti, perché i tuoi fan dovrebbero volerti vedere anche al cinema?

La strategia di Zalone è sempre stata quella di farsi vedere pochissimo in giro, al di là dei film che produce, proprio per non “stancare” il suo pubblico e per essere sempre nuovo e originale. Una ricetta che, fino ad ora, ha funzionato benissimo. Perché dunque cambiare?

Saranno dunque gli altri gli ospiti di Sanremo, e saranno loro a beccarsi tutte le polemiche del caso. Una cosa, infatti, è certa: Sanremo viene pagato con i soldi pubblici, ma nessuno pensa a fare mai un po’ di spending review. Eppure si tratta di soldi che paghiamo tutti: perché strapagare qualcuno, solo per fargli pubblicità e fargli guadagnare ancora di più dopo?

[seo-search-tags]