Programmitv.info

Debutta oggi su Sky The Jinx

Oggi, 2 dicembre 2015, debutta su Sky The Jinx: la vita e le morti di Robert Durst, un telefilm-documentario in sei episodi prodotto da HBO. La storia è quella del miliardario newyorkese sospettato di tre omicidi, in prima visione in Italia. Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky e in chiaro, visibile a tutti, sul canale 27 del digitale terrestre) la manderà in onda ogni mercoledì alle 21.10.

the jinx

La storia, vera, vede protagonista Robert Durst, rampollo di una ricchissima famiglia di immobiliaristi, che nel 1982 denuncia la scomparsa della moglie Kathie, con la quale sta vivendo una crisi matrimoniale. La vita di Robert da allora cambia: la moglie non sarà mai più ritrovata, mentre lui, proprio come uno iettatore (jinx), inizia a essere tormentato da una scia di crimini irrisolti, che presto gli verranno attribuiti.

Sky TG24 ha voluto proporre questo documentario, che scava a fondo nella vita di Durst tanto da portare alla riapertura del suo caso. The Jinx ha infatti scoperto nuove prove e rivelato dichiarazioni shock del protagonista: per questo Robert Durst è stato arrestato dall’Fbi con l’accusa di omicidio volontario e attualmente si attende il processo.

La famiglia della prima moglie ha infatti citato in causa Durst, chiedendo per la scomparsa della figlia un risarcimento di 100 milioni di dollari. Vincitore di due Emmy Awards, The Jinx: la vita e le morti di Robert Durst è stato scritto e diretto da Andrew Jarecki e prodotto da Marc Smerling, che hanno condotto una ricerca di ben 7 anni sugli eventi narrati.

Le indagini per la scomparsa della moglie di Robert erano già state riaperte nel 2000, quando la polizia decise di interrogare Susan Berman, amica e portavoce di Durst. La donna però, poco prima di poter essere ascoltata, viene trovata morta in casa sua. Nel 2001 viene ritrovato inoltre il cadavere di Morris Black, vicino di casa del milionario in Texas, smembrato nella baia di Galveston, chiuso in sacchi della spazzatura e privo della testa. Il miliardario ha sempre sostenuto la sua innocenza, e lo fa ancora oggi.

[seo-search-tags]